+39 06 42011898 info@liberiviaggiatori.it
+39 06 42011898 info@liberiviaggiatori.it

Sardegna – Alla scoperta dell’Ovest dell’Isola

0
Il prezzo
Da€900
Il prezzo
Da€900
Nome e cognome*
Indirizzo email*
La tua richiesta*
Accetto i Termini e condizioni e acconsento al trattamento dei miei dati personali in base a quanto riportato nella Privacy e Cookie Policy.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step
Mi piace questo tour

Per aggiungere un articolo alla lista dei desideri è necessario avere un account

13


Perché affidarsi a noi?

  • Siamo nel settore da più di quaranta anni
  • Collaboriamo con i migliori corrispondenti  di tutto il mondo
  • Ti offriamo le migliori tariffe di gruppo
  • Ti garantiamo la presenza di esperti e guide professioniste durante il tuo viaggio


Hai una domanda?

Non esitate a chiamarci. Siamo un team di esperti e siamo felici di parlare con te.

+39 06 42011898

info@liberiviaggiatori.it

6 giorni
Periodo: 16-21 Ottobre 2020
Il Viaggio

La Sardegna è una grande isola italiana situata nel Mar Mediterraneo e caratterizzata da circa 2000 km di costa, spiagge sabbiose e da un entroterra montuoso attraversato da sentieri escursionistici. Il suo paesaggio frastagliato è costellato da migliaia di nuraghi, misteriose rovine in pietra dalla forma ad alveare, costruiti nell’Età del Bronzo. Uno dei nuraghi più grandi e più antichi è il Su Nuraxi di Barumini, che risale al 1500 a.C.

Scarica il programma completo.

Tappe principali
  • Passeggia per Cagliari
  • Visita il quartiere di Castello a Cagliari
  • Scopri l'isola di Sant'Antioco
  • Ammira il sito archeologico di Tharros
  • Visita la torre di San Giovanni
Programma

L’ordine delle visite in Sardegna potrebbe subire modifiche da parte del corrispondente locale, ferma restando la loro effettuazione.

1° Giorno: 16 ottobre venerdìRoma (o da altre città) / Cagliari

Partenza città di origine o da Roma Fiumicino con volo Alitalia AZ1593 alle ore 09.30. Arrivo a Cagliari alle 10.30. trasferimento in pullman privato in città. Incontro la guida locale e inizio delle visite. Tour panoramico della città con la visita del quartiere di Castello e del Museo archeologico. Tempo libero per il pranzo in centro città. Il pomeriggio la cattedrale di Santa Maria e la chiesa paleocristiana di S. Saturno denominata anche dei SS Cosma e Damiano. Tempo permettendo visita alle necropoli fenicia. Numerose indagini archeologiche hanno documentato una continuità di frequentazione ed uso dell’area di Tuvixeddu dalla preistoria fino ai nostri giorni. Sistemazione in hotel Thotel (cat 4*) o similare. Cena libera e pernottamento.

2° Giorno: 17 ottobre sabatoCagliari/ Porto Flavia/ Sant’Antioco/ Carbonia

Prima colazione. Al mattino sul presto (7.30 circa) partenza per Porto Flavia, visita guidata del sito minerario. Proseguimento con traghetto della Decolmar per l’Isola di Sant’ Antioco, la quarta isola più grande d’Italia. L’isola presenta importanti siti di interesse archeologico e bellissime spiagge. Fenici, Punici e Romani hanno lasciato tracce cospicue della loro civiltà, ma la caratteristica principale della zona sono le costruzioni antiche delle civiltà nuragiche. Visita guidata al Nuraghe “S’ega ‘E Marteddu”, in località Maladroxia. Si proseguirà verso “Grutti ‘E Acqua”, un altro imponente complesso nuragico posizionato su un’altura che domina l’ampia e fertile pianura. Poco distante, verso la località denominata “Su Niu ‘E Su Crobu” è possibile ammirare una delle varie “tombe dei giganti” presenti nell’isola di Sant’Antioco. Pranzo in ristorante. Il pomeriggio visita dell’antica Chiesetta di Sant’Antioco e delle Catacombe, di Chiara Vigo museo del bisso il museo vivente del Maestro Chiara Vigo per ascoltarla ed ammirare la sua collezione di lavori nonché vederla all’opera nel creare la seta del mare. Rientro in traghetto e trasferimento a Carbonia. Tempo permettendo visita del Museo del Carbone oppure al Polo Museale di Sant’Antioco. Sistemazione all’hotel Lu (cat 4*). o similare. Cena e pernottamento.

3° Giorno: 18 ottobre domenica Carbonia/ Barumini/ Oristano

Prima colazione. In mattinata partenza la visita al sito archeologico di Barumini (75 km). Arrivo a Barumini dove è possibile ammirare il Nuraghe Su Nuraxi, uno dei più celebri e importanti siti archeologici della Sardegna, presente nell’elenco del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. La storia del Nuraghe di Barumini inizia nel XV secolo a.C. circa e continua sino all’abbandono del villaggio in epoca Romana (VI secolo d.C.). Pranzo a Barumini in ristorante. Proseguimento per la visita a Santa Cristina di Paulilatino (km 85) dell’area archeologica di Santa Cristina. È ubicata nell’altopiano basaltico di Abbasanta, nella Sardegna centro-occidentale e costituisce una delle più importanti aree sacre di età nuragica. Il complesso comprende due settori, a NE e a SO, separati dalla chiesa dedicata a S. Cristina con le sue “cumbessias”. Il nucleo NE comprende il tempio a pozzo, la cosiddetta “capanna delle riunioni” con annesso recinto e una serie di altri ambienti. Il settore SO, distante circa 200 m dal precedente, presenta un nuraghe e strutture abitative di varia cronologia. Partenza per Oristano (31 km). Sistemazione all’hotel Le Torre Arborea (cat 4*) o similare. Cena e pernottamento.

4° Giorno: 19 ottobre lunedì Oristano/ Cabras - Tharros/ Oristano

Prima colazione. Al mattino partenza per Santa Giusta e visita della bellissima Cattedrale, gioiello del romanico sardo. Proseguimento per Cabras. Inizio delle visite con il sito archeologico di Tharros. Alcune teorie riguardanti l’area archeologica di Tharros stabiliscono che la città fu fondata dai Fenici nel VIII sec. a.C. Questa tesi tradizionalmente sostenuta è stata recentemente riveduta e sottoposta a più accurate considerazioni, soprattutto dopo il rinvenimento di alcune porzioni dell’antico insediamento durante lo scavo nella adiacente laguna di Mistras. Un muro sommerso lungo circa 100 metri sembra facesse parte di una struttura portuale ben più antica dell’epoca fenicia, infatti solo nel 1200 a.C il livello del mare salì, inghiottendo le esistenti costruzioni. Successivamente alla colonizzazione cartaginese, sui resti di un precedente villaggio nuragico posto sulla cima di una collina chiamata Su Muru Mannu, i punici fondarono un tofet, un’area sacra all’aperto tipica di diversi insediamenti punico-fenici del Mediterraneo occidentale; i tofet sono considerati come un indicatore di urbanizzazione. Nonostante la difficoltà a datare con precisione a quale secolo risalga il nucleo iniziale, dalla sua costruzione fino all’abbandono avvenuto nel X sec d. C. Il sito fu sempre abitato: prima dai Punici ed infine dai Romani. Al termine visita della torre di San Giovanni. La torre di S. Giovanni, così denominata per essere vicina alla chiesa di San Giovanni di Sinis, fu costruita tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo sulla sommità dell’altura (50 mt s.l.m.) che sovrasta l’area archeologica di Tharros. Pranzo in ittiturismo o ristorante tipico locale a Cabras. IL pomeriggio visita del Museo Archeologico Giovanni Marongiu a Cabras a pochi minuti da Oristano (12 km), proseguimento con la visita del sito archeologico e villaggio di San Salvatore. Rientro ad Oristano. Cena e pernottamento in hotel.

5° Giorno: 20 ottobre martedì Oristano/ Bosa/ Alghero

Prima colazione. Al mattino partenza per il borgo antico di Bosa e visita affascinanti case colorate che da lontano creano un effetto davvero suggestivo, non a caso qualche anno fa il borgo è stato dichiarato il secondo borgo più bello d’Italia. Pranzo in ristorante a Bosa. Proseguimento per Alghero (km46) lungo strada costiera panoramica. Arrivo e visita guidata del centro storico di Alghero. Il centro storico è la parte più affascinante della città. Un labirinto di vicoli che sbucano in piazze piene di vita. Le mura gialle e le case antiche rievocano le origini catalane del paese. Così come gli edifici religiosi: la cattedrale di Santa Maria (XVI secolo), le chiese del Carmelo (seconda metà del XVII), con il suo grande retablo dorato, di san Michele, con la caratteristica cupola in maiolica colorata, e di Sant’Anna (1735), in stile tardo-rinascimentale. Alghero è famosa per il corallo, che nell’arte manifatturiera locale viene unito all’oro in un felice connubio artistico. Tempo permettendo visita del museo del Corallo, che ne svela storia e forme. Sistemazione nell’hotel Catalunya (cat 4*) o similare. Cena e pernottamento.

6° Giorno: 21 ottobre mercoledì Alghero/ Roma (o per altre città)

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Alghero e partenza con volo Alitalia AZ1578 alle ore 11,10. Arrivo a Roma Fiumicino alle ore 12.10.

L'Esperto
Enrico Ragni

Viaggio diretto dall’archeologo Dott. Enrico Ragni (Presidente dei Gruppi Archeologici d’Italia) ed accompagnato da Adriano Panato.

Conosci l’esperto →

Mappa
Foto
Dettagli del Tour

Luogo di partenza e ritorno

Roma (possibilità di partenza o avvicinamenti da altre città, su richiesta)

Documenti e Visti

Hotel Previsti

Cagliari: Hotel Thotel (cat 4*) o similare

Carbonia: Hotel Lu (cat 4*) o similare

Oristano: Hotel Le Torri Arborea (cat 4*) o similare

Alghero: Hotel Catalunya (cat 4*) o similare

Il prezzo
  • Quota individuale di partecipazione con 20 participanti€ 900,00
  • Quota individuale di partecipazione con 15 participanti€ 1.080,00
  • Supplemento Singola€ 150,00

La quota comprende

Voli di linea della Alitalia, tasse d’imbarco e sicurezza, sistemazione in hotel 4 stelle, con servizi privati menzionati o similari, trattamento di pensione completa con pranzi in ristorante e cene in hotel (esclusa la cena del 1° giorno) bevande incluse, trasferimenti da e per aeroporti, visite ed escursioni come indicate nel programma in bus da 35 posti con aria condizionata, accompagnatore per l’intero itinerario, guide locali nei siti archeologici e musei, ingressi ai monumenti, musei e siti archeologici menzionati, tasse e percentuali di servizio, assicurazione medico bagaglio, assicurazione annullamento Covid 19, tracollina omaggio. Esperto Dott Enrico Ragni, accompagnato da Adriano Panato

La quota non comprende

Franchigia assicurazione annullamento, la cena del 1° giorno, mance alla autista, extra di carattere personale, quanto non specificato nella quota comprende.

Alla prenotazione dovrà essere versata la somma di € 100,00. L’ acconto pari al 30% della quota di partecipazione dovrà essere versato entro il 30 agosto 2020. Il saldo dovrà essere versato entro il 25 settembre 2020.

Se un partecipante al viaggio dovesse recedere dal contratto per casi non imputabili al Tour Operator incorrerà nelle seguenti penali: La quota di iscrizione: non rimborsabile. Biglietteria aerea già emessa: non rimborsabile. Il 10% della quota di partecipazione sino a 71 giorni prima della data di partenza. Il 25% da 70 a 51 giorni prima della data di partenza. Il 50% da 50 a 31 giorni prima della data di partenza. Il 75% da 30 a 16 giorni sino all’inizio del viaggio. Il 100% da 15 giorni sino all’inizio del viaggio.

1 viaggiatori sono interessati a questo tour.