+39 06 42011898 info@liberiviaggiatori.it
+39 06 42011898 info@liberiviaggiatori.it

Serbia e Bosnia Erzegovina – Viaggio di studio

0
Il prezzo
Da€1,800
Il prezzo
Da€1,800
Nome e cognome*
Indirizzo email*
La tua richiesta*
Accetto i Termini e condizioni e acconsento al trattamento dei miei dati personali in base a quanto riportato nella Privacy e Cookie Policy.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step
Mi piace questo tour

Per aggiungere un articolo alla lista dei desideri è necessario avere un account

162


Perché affidarsi a noi?

  • Siamo nel settore da più di quaranta anni
  • Collaboriamo con i migliori corrispondenti  di tutto il mondo
  • Ti offriamo le migliori tariffe di gruppo
  • Ti garantiamo la presenza di esperti e guide professioniste durante il tuo viaggio


Hai una domanda?

Non esitate a chiamarci. Siamo un team di esperti e siamo felici di parlare con te.

+39 06 42011898

info@liberiviaggiatori.it

10 giorni
Periodo: 15-24 giugno 2020
Il Viaggio

 Un itinerario che rivelerà un patrimonio storico poco conosciuto ma di eccezionale importanza. Un aspetto particolarmente interessante e attraente è costituito dai monasteri ortodossi della Serbia. Questi complessi rappresentano una grande testimonianza artistica dei secoli XII-XVI, con affreschi e icone di stile bizantino che li rendono unici. Iscritti nel Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, queste meraviglie dell’arte costituiranno l’occasione per allargare lo sguardo alla conoscenza dell’area balcanica compresa in queste due nazioni, tornate a essere, negli ultimi decenni, un riferimento cruciale per l’intero scenario europeo. È noto che la Bosnia Erzegovina è un’area nevralgica che ha costituito per secoli la frontiera fra Oriente e Occidente, fra il mondo bizantino e quello ottomano, e dove cristiani e musulmani ed ebrei hanno a lungo convissuto pacificamente, fino alla tragedie delle guerre novecentesche prolungatasi, in quell’area, fin verso lo scadere del secolo. Queste vicende hanno reso Sarajevo una delle città simbolo dell’intero continente europeo.  Oggi molti di questi luoghi sono nuovamente aperti al turismo e costituiscono l’oggetto del nostro viaggio. Il nostro accompagnatore culturale sarà il prof. Natalino Valentini che, oltre a essere uno dei massimi esperti del mondo ortodosso, si è in anni recenti concretamente impegnato, specie nella sua qualità di direttore dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Rimini, ad approfondire e a sviluppare il dialogo interreligioso colto nell’orizzonte delle relazioni internazionali.

Scarica il programma completo.

Tappe principali
  • Visita della città di Belgrado
  • Visita del parco di Fruska Gora a Novi Sad
  • Visita del monastero di Manasija
  • Visita della città di Sarajevo
  • Visita della città di Mostar
Programma

L’ordine delle visite in Serbia e Bosnia Erzegovina potrebbe subire modifiche da parte del corrispondente locale, ferma restando la loro effettuazione.

1° Giorno: 15 giugno, lunedìROMA-MILANO-VENEZIA /BELGRADO

Partenza da Roma con volo di linea dell’Alitalia AZ592 per Belgrado alle ore 09,10. Arrivo alle ore 10.45.
Partenza da Milano alle ore 09,40 e da Venezia alle ore 10,10 e con voli di linea dell’Air Serbia senza scalo con arrivo circa alle 11.20/11,50. Incontro con accompagnatore-guida locale parlante italiano e trasferimento in città in pullman privato. Sistemazione all’ hotel Prag (cat 4*). Tempo libero per il pranzo. Il pomeriggio inizio delle visite con il tempio di San Sava, la chiesa di San Marco, il Parlamento, le piazze della Repubblica e Terazije. Tour a piedi: piazza Terazije, la fortezza Kalemegdan, la Cattedrale di San Michele. Rientro in hotel. La sera trasferimento in pullman per il centro e la cena in un ristorante tipico con musica nel quartiere “Skadarlija“ dove si respira un’aria tipicamente bohemienne. Rientro in hotel e pernottamento.

2° Giorno: 16 giugno, martedìBELGRADO/ NOVI SAD VOJVODINA/ FRUSKA GORA/ SREMSKI KARLOVCI/ BELGRADO

Partenza per Novi Sad (km 85 circa 1 ora 15’). Visita della città, Novi Sad è una città nel nord della Serbia, sulle sponde del fiume Danubio principale centro della regione Vojvodina, vasta pianura nutrita dall’energia vitale del Danubio. Sulla cima di un promontorio affacciato sull’acqua si erge la Fortezza Petrovaradin, quasi interamente del XVII e XVIII secolo, caratterizzata dall’iconica torre dell’orologio e da un reticolo di tunnel. Dall’altra parte del fiume si trova il quartiere storico, Stari Grad, con la neogotica chiesa del Nome di Maria e il municipio neorinascimentale. Proseguimento per il parco di Fruska Gora, unico rilievo della sconfinata Pannonia, tra verdi paesaggi dichiarati Parco Nazionale in cui si trova la più alta concentrazione di monasteri della Serbia edificati tra il XV e il XVIII secolo. Visita ad alcuni dei monasteri più importanti. Novo Hopovo; Fondato all’inizio del XVI secolo, è uno dei monasteri di Fruska Gora più importanti ed accessibili, altare e naos affrescati nel 1608 con influenze dello stile medievale serbo-bizantino. Danneggiato dai Turchi nel 1684, poi ricostruito. Nella chiesa si coltivava il culto del famoso guerriero Teodor Tiron (di cui oggi conserva le spoglie). Il monastero di Krusedol; fondato nel 1509 dal despota serbo Djordje Brankovic e da sua madre Angelina. E’ uno dei monasteri più belli e meglio conservati di Fruska Gora. Nel 1709 vi fu sepolto il patriarca Arsenije Carnojevic III, capo spirituale del popolo serbo durante l’esodo. Oggi il monastero ospita le tombe di re Milan Obrenovic. Il campanile venne incendiato dai Turchi nel 1719 e ricostruito a 5 piani. L’atrio e l’interno della chiesa vennero affrescati intorno al 1750. La chiesa è ancora quella originaria, ma le sue caratteristiche sono cambiate notevolmente nel corso dei secoli. A seguire visita della graziosa cittadina di Sremski Karlovci, con il Patriarcato, il Gimnasium, la Chiesa Ortodossa e la Chiesa Cattolica. Sosta per il pranzo in ristorante in corso di escursione. Rientro a Belgrado. Cena e pernottamento in hotel. Conferenza introduttiva.

3° Giorno: 17 giugno, mercoledìBELGRADO/ TOPOLA/ MANASIJA/ RAVANICA/ KRUSEVAC/ KRALJEVO

Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per Topola (km 75). Arrivo e visita della chiesa di San Giorgio e il Mausoleo della dinastia Karadjordjevic, che si trovano in cima alla collina di Oplenac. Proseguimento per il monastero di Manasija (risalente al XV sec.) esempio della scuola Morava: gli affreschi sono tra i più belli della pittura medievale serba. Sosta per il pranzo in ristorante. Proseguimento per monastero di Ravanica (XIV sec.), altro esempio della scuola morava e visita. Partenza per Kraljevo. Arrivo e sistemazione nel Turist hotel (cat 3*) o similare, cena e pernottamento in hotel.

4° Giorno: 18 giugno, giovedìKRALJEVO/ ZICA/ STUDENICA/ KRALJEVO

Prima colazione in hotel. Al mattino verso le 08.00 partenza per Zica e visita del monastero fondato dal re Stefano I. Proseguimento per Studenica per la visita del monastero Il monastero di Studenica. È uno dei più grandi e importanti monasteri della chiesa ortodossa serba. Venne fondato nel 1190 dal fondatore del regno serbo, Stefano Nemania, il quale, dopo aver abdicato in favore del figlio, vi trascorse gli ultimi anni di vita. Le sue mura fortificate racchiudono due chiese: la chiesa della Vergine e la chiesa del Re, entrambe costruite in marmo bianco. Il monastero è noto per i suoi splendidi affreschi in stile bizantino del XIII e XIV secolo. Nel 1986 il monastero di Studenica è stato incluso nell’elenco dell’UNESCO. Pranzo in ristorante locale. Il pomeriggio partenza per Novi Pazar e per la visita del monastero di Sopocani, altro sito UNESCO, costruito da re Stefano Urosh. I suoi affreschi sono considerati tra i più belli della pittura bizantina-serba. Al termine delle visite rientro a Kraljevo (km 115 circa 2 ore). Cena e pernottamento.

5° Giorno: 19 giugno, venerdìKRALJEVO/ ANDRICGRAD/ SARAJEVO

Prima colazione in hotel. Al mattino partenza verso la Repubblica di Bosnia con sosta vicino ad Andrićgrad (km 180 circa 4 ore), la “Città di Ivo Andrić” e al famosissimo Ponte sulla Drina, o Ponte Mehmed Paša Sokolović (UNESCO). Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento per Sarajevo (km 115 circa 3 ore). Sistemazione all’hotel Holiday (cat 4*). Cena e pernottamento.

6° Giorno: 20 giugno, sabatoSARAJEVO

Giornata dedicata alla visita di Sarajevo: il Museo Nazionale della Bosnia e dell’Herzegovina, fondato nel 1888, accoglie sezioni di archeologia, storia dell’arte, etnologia, storia naturale. La Cattedrale Ortodossa, l’antica Sinagoga. La Moschea Gazi Husrev-be; Tsars – Moschea dell’Imperatore; il Ponte Latino; Inat Kuca – La Casa Turca. Tempo libero per il pranzo. Proseguimento della visita città con il caratteristico centro storico: la casa di Svrzo, splendida abitazione ottomana, Bascarsija – il Quartiere Turco; il Mercato Pijaca Markale; le “Rose” di Sarajevo, la Cattedrale Cattolica del Sacro Cuore. Cena e pernottamento.

7° Giorno: 21 giugno, domenicaSARAJEVO/ MOSTAR

Partenza per Mostar (km 129 – h 2.30) e visita del principale centro urbano dell’Erzegovina, rifondato dai Turchi nel XV secolo. L’antico quartiere di Kujunciluk, con le sue vie strette, il pittoresco mercato, il bazar, i minareti e il cinquecentesco ponte sulla Neretva: lo Stari Most, distrutto dalle granate croate nel novembre del 1993 e ricostruito nel 2004. Trasferimento a Blagaj (km 12 – h 0.30), pittoresco borgo turco-ottomano dalle case antiche, dominato da una fortezza medievale e da un caratteristico monastero derviscio, il Teijkia costruito nel 1520, con elementi di architettura ottomana e richiami occidentali, oggi monumento nazionale. Pranzo in ristorante. Proseguimento per la visita di Pocitelj (km 25 – h 0.40) antico e pittoresco borgo, testimonianza viva della dominanza turca (la Moschea del 1563, la scuola coranica del 1664, il bagno turco e le eleganti case dei notabili musulmani del XVIII secolo). Rientro a Sarajevo (km 160 – h 3). Cena e pernottamento.

8° Giorno: 22 giugno, lunedìSARAJEVO/ JAJCE/ TRAVNIC/ SARAJEVO

Partenza per Jajce (km 157 – h 3), cittadina fortificata fondata nel XIV secolo attorno a un castello dove, in epoca medievale, venivano incoronati i re della Bosnia. Inserita in uno scenario naturalistico di alto pregio con laghetti e una splendida cascata, è stato il rifugio di Tito durante gli anni della resistenza e oggi è graziosa città/museo. Pranzo in ristorante. Partenza per Travnic (km 53 – h 1.30), piccola e caratteristica cittadina di fondazione medievale, divenuta, durante l’occupazione dei turchi, residenza del visir, il governatore del Sultano, e nel XIX secolo il più importante centro diplomatico della Bosnia. Rientro a Sarajevo (km 91 – h 1.30). Cena e pernottamento.

9° Giorno: 23 giugno, martedìSARAJEVO/ BELGRADO

Al Mattino sul presto partenza per Belgrado. Pranzo in corso di trasferimento. Arrivo nel pomeriggio verso le ore 16,00. Sistemazione in hotel Prime (cat 4*). Trasferimento all’imbarcadero del fiume Danubio ed alle ore 17,00 imbarco per una escursione in battello sul Danubio e Sava di due ore. Rientro in hotel e cena. Conferenza conclusiva. Pernottamento.

10° Giorno: 24 giugno, mercoledìBELGRADO/ ROMA - MILANO - VENEZIA

Prima colazione in hotel. Al mattino molto presto trasferimento in aeroporto e partenza con voli di linea dell’Air Serbia per Milano e Venezia alle ore 07,00, con arrivo alle ore 09,00. Per Roma alle ore 09.00 trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea Alitalia AZ591 alle ore 11,35 per Roma. Arrivo alle ore 13,10.

L'Esperto
Natalino Valentini

Viaggio diretto da Prof. Natalino Valentini (Docente e direttore presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “A. Marvelli” di Rimini e ricopre l’insegnamento di Filosofia della religioneEcumenismoEstetica teologica, coordinando annualmente la formazione scientifico-didattica e l’attività di ricerca) ed accompagnato da Adriano Panato.

Conosci l’esperto →

Mappa
Foto
Dettagli del Tour

Luogo di partenza e ritorno

Roma, Milano, Venezia

Documenti e Visti

Passaporto in corso di validità o carta di identità valida per l’espatrio.

Non è necessario il visto.

Hotel Previsti

Belgrado: Hotel Prag (cat 4*)

Kraljevo: Turist Hotel (cat 3*) o similare

Sarajevo: Hotel Holiday (cat 4*)

Belgrado: Hotel Prime (cat 4*)

Il prezzo
  • Quota individuale di partecipazione€ 1.800,00
  • Supplemento Singola€ 500,00

La quota comprende

Passaggi aerei in classe economica su voli di linea, Tasse aeroportuali d’imbarco (circa € 65,00), franchigia bagaglio 23 kg, sistemazione in hotel di cat. 3* e 4* menzionati con servizi privati or similari, trattamento di mezza pensione in hotel e pranzi come menzionato sul programma ed una cena tipica, tasse di soggiorno (€ 12,00), trasferimenti da aeroporto di Belgrado, visite ed escursioni come indicate nel programma in pullman GT con aria condizionata, guida turistica locale parlante italiano per tutto il viaggio, ingressi ai monasteri musei e siti (€ 74,00), tasse e percentuali di servizio, assicurazione, borsa omaggio. Accompagnatore guida locale in Serbia, accompagnato da Adriano Panato e accompagnatore culturale prof. Natalino Valentini.

La quota non comprende

Mance (accompagnatore, guide locali e autisti), pranzi a Sarajevo, bevande ed extra di carattere personale e quanto non specificato nella quota comprende.

Alla prenotazione dovrà essere versata la somma di € 150,00 all’associazione Biblia che dovrà avvenire entro il 20 febbraio 2020, insieme alla scheda di iscrizione al viaggio (da richiedere) e al pagamento della quota associativa a Biblia (€80 socio ordinario, €120 coppia). Entro il 16 marzo 2020 va inviata la prima rata del viaggio pari a €1000 e l’eventuale assicurazione annullamento (€55). Il saldo dovrà essere versato entro il 8 maggio 2020.

Se un partecipante al viaggio dovesse recedere dal contratto per casi non imputabili al Tour Operator incorrerà nelle seguenti penali: La quota di iscrizione: non rimborsabile pari a 150,00 euro. Biglietteria aerea già emessa: non rimborsabile. Il 10% della quota di partecipazione sino a 61 giorni prima della data di partenza.  Il 25% da 60 a 45 giorni prima della data di partenza. Il 50% da 44 a 30 giorni prima della data di partenza. Il 75% da 29 a 19 giorni sino all’inizio del viaggio. Il 100% da 19 giorni sino all’inizio del viaggio.